Chi Siamo

L’agrisocialcoop sce è una società cooperativa europea che ha come obiettivi:

- la creazione di lavoro per soggetti disabili o in stato di disagio socio-economico nell’ambito della agricoltura sociale, nella convinzione che l’agricoltura sociale abbia un elevato impatto terapeutico, rieducativi, e socializzante; questa mission è portata avanti attraverso la formazione e la facilitazione degli inserimenti lavorativi nell’ambito dell’agricoltura sociale;
- consulenza alle attività di impresa agricola sviluppate da soggetti fragili.
- Sostegno alla creazione di filiere distributive corte per valorizzare la produzione agroalimentare locale e consentire alle famiglie l’acquisto di prodotti agroalimentari di qualità a prezzi inferiori a quelli di mercato; è per questo motivo che l’Agrisocialcoop ha nella propria mission la fornitura di servizi di consulenza ai Gruppi di Acquisto Solidali;
- attività di formazione per gli studenti delle scuole (primaria, medie inferiori, medie superiori) nell’ambito dell’educazione ambientale, e della conoscenza del settore agricolo e della cultura contadina;
- attività di formazione per i volontari e gli operatori del Terzo Settore, oltre che per gli operatori socio-sanitari per la gestione di progetti di agricoltura sociale;

  Visualizza PDF

Articolo scuola impresa e solidarietà.

 Visualizza PDF

Articolo integrazioni studenti disabili.

 Visualizza PDF

Articolo SOLE 24 ORE.

 Visualizza PDF

Articolo LA VOCE.

 Visualizza PDF

Conferenza nazionale della Famiglia 2010.

Perchè la Cooperativa Sociale Europea



Marco 12:10

Non avete forse letto questa Scrittura:
La pietra che i costruttori hanno scartata è diventata testata d'angolo;


Nell’ambito dell’Unione Europea l’idea della costituzione della società cooperativa europea (sce) nasce nel 1983 per approdare ad una definizione giuridica con il Regolamento Comunitario nel 2003. Un percorso di venti anni che ha dato all’Unione Europea e all’Italia un importantissimo strumento giuridico per rendere sociale l’attività di impresa.
Nel quadro giuridico societario comunitario e nazionale, la presenza della sce introduce la più etica forma societaria di impresa sia in termini di partecipazione dei lavoratori che in termini di diritti degli stessi; con la sce non è più possibile operare quelle forme di “sfruttamento legale” effettuate in larga scala da cooperative sociali a danno di disabili, disoccupati, ex carcerati,...

Ma la sce offre anche una fondamentale opportunità all’economia civile/sociale...la possibilità di essere europea, di realizzare economie di scala, di creare distretti dell’economia sociale. Attraverso la libertà di stabilimento in ogni Paese dell’Unione Europea a favore della società cooperativa europea è possibile creare reti europee per i servizi alla persona, per la gestione di una agricoltura ecosostenibile e sociale, per l’energia rinnovabile e a ridotto impatto ambientale, per il lavoro a favore dei soggetti deboli della società.
Forse è proprio quest’ultimo aspetto che ha più spaventato in questi ultimi anni le lobby europee anti-sce, ossia il rischio di doversi confrontare ad esempio nell’ambio degli appalti a carattere socioassistenziale o nei progetti europei, con una struttura societaria in grado di produrre economie di scala ed integrazione economica internazionale, dando corpo alla creazione di valore sociale e non solo economico.

Nonostante ciò le potenzialità dello strumento giuridico non potevano passare inosservate, e fortunatamente ad oggi si sta assistendo in Europa e in Italia ad un significativo sviluppo di questo strumento giuridico con particolare riferimento ai servizi socio-assistenziali, all’agricoltura sociale, al credito cooperativo, alla produzione di energia a basso impatto ambientale. Lo sviluppo della sce ha dato anche spinta e vigore alla normativa comunitaria sulle clausole sociali negli appalti pubblici, principalmente a favore delle possibilità occupazionali delle fasce deboli della società.

La prima società cooperativa europea in Italia è stata l’Agrisocialcoop sce. La sua costituzione è stato il frutto di un lungo e paziente percorso di analisi e collaborazione giuridica con l’Unione Europea, con il Ministero del Lavoro, e con il Ministero dello Sviluppo Economico, che ha portato alla definizione dei passaggi burocratico-procedimentali non definiti o coordinati a livello comunitario e ministeriale. Si è trattato di un compito arduo perché la sce oltre ad avere un genus specifico, aveva alcuni aspetti giuridici difformi dalla normativa nazionale e regionale rispetto al diritto societario e alla normativa che regola le cooperative sociale. Vari lavori dei centri studi del notariato e dei dottori commercialisti dimostrano il tentativo di individuare e risolvere complesse questioni giuridiche.
E’ per tale motivo che va al Roberto Collura, il primo Presidente dell’Agrisocialcoop, tutta la nostra riconoscenza e gratitudine per avere prodotto un risultato così importante, e per avere aperto la strada alla costituzione di altre società cooperative europee, ...un percorso normativo e di impegno sociale che sta iniziando a dare i suoi frutti in ambito nazionale per la costruzione di uno spazio di economia sociale europea.

Cosa è l'agricoltura Sociale



L’agricoltura sociale ha come principale finalità il sostegno alla persona in difficoltà. La Terra e le sue potenzialità produttive sono viste principalmente come strumenti terapeutici, rieducativi, risocializzanti.

Nell’agricoltura sociale contano soprattutto le relazioni umane che si instaurano e la “saggezza” trasmessa dalla Natura a chi vive in contatto con Essa..

Per Noi l’agricoltura sociale non è solo dare uno strumento ed un lavoro agricolo ad una “persona fragile”, ma vivere una relazione e un contesto. E’ per questo che i nostri collaboratori sono in pari misura agrotecnici, periti agrari, agronomi, ma anche psichiatri, psicologi, educatori, docenti, volontari del Terzo Settore,...

L’Agrisocialcoop sce progetta per le “persone fragili” un “progetto di vita” ed in particolare per i soggetti disabili una rete umana, sociale, ed assistenziale che possa aiutare la famiglia nel suo lavoro di cura, e sopperire ad essa qualora venga a mancare.

Normativa

Si allegano le pricipali Normative.

Visualizza PDF

Guida alle agevolazioni fiscali disabili agenzia delle entrate.

Visualizza PDF

Convenzione ONU personale con Disabilità

Visualizza PDF

Assolombarda collocamento lavoro persone con Disabilità

Visualizza PDF

Regolamento n. 1435 2004

Visualizza PDF

Direttiva Comunicaria 72 2003.

Visualizza PDF

Legge n. 69 1999.

Visualizza PDF

Legge n. 104 1992.

Documenti

Si allegano i principali Documenti.

Visualizza PDF

Provincia di Bolzano Società Cooperativa Europea.

Visualizza PDF

Report Unione Europea 2012 Società Cooperativa Europea.

Visualizza PDF

Seminario UIL sulla Società Cooperativa Europea.










Visualizza PDF

Progettare l'agricoltura sociale.

Visualizza PDF

Paper sull'agricoltura sociale.

Visualizza PDF

L'agricoltura sociale nelle politiche pubbliche.

Visualizza PDF

L'agricoltura sociale come opportunità di sviluppo.

Visualizza PDF

Carta di Pisa per l'agricoltura sociale.

Visualizza PDF

Pastorale Disabili.

Visualizza PDF

Articolo scuola imresa e solidarietà.

Visualizza PDF

Articolo integrazione studenti disabili.

Contatti

Indirizzo:

Agricoltura Sociale
Corso Siracusa 195
Torino, 10135 ITALIA